Più tempo per comunicare l’opzione sul 110%

L’agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento 49885 del 19 febbraio 2021 riguardante le comunicazioni all’anagrafe tributaria dei dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali da parte degli amministratori di condominio. Ieri, poi, è stato prorogato dal 16 al 31 marzo il termine per l’invio dell’opzione per cessione del credito o sconto in fattura. Sono state anche modificate le specifiche tecniche approvate con il provvedimento del direttore dell’agenzia delle Entrate 1432213 del 20 dicembre 2019, riguardante le comunicazioni all’anagrafe tributaria dei dati relativi agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali, per recepire le novità introdotte dagli articoli 119 e 121 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (il “Decreto Rilancio”), convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, in tema di superbonus 110% e sismabonus ed allineare tale comunicazione alle novità introdotte:

- rimossa la sezione relativa all’opzione per la cessione del credito e lo sconto in fattura in quanto tale scelta deve essere comunicata all’agenzia delle Entrate con un modello ad hoc; - aggiunta di specifichi campi che consentano di distinguere le diverse tipologie di interventi agevolati. - introdotto un campo per distinguere i condomìni ordinari dai condomìni minimi.

Provvedimento_22.02.2021_Superbonus (1)
Download • 709KB

181 visualizzazioni0 commenti